Archivi categoria: News

INSIEMI DI MACCHINE – Direttiva 2006/42 CE

La società Consulimpianti S.r.l., anche a seguito di interventi di verifica effettuati dall’ASL (SPRESAL PIEMONTE) in relazione ad “INSIEMI DI MACCHINE” prive della dichiarazione CE di conformità di insieme come previsto dalla direttiva 2006/42/CE ed in tale contesto sanzionate, espone e propone quanto segue:

Si intende per insieme di macchine linee di produzione o similari composte da due o più macchine montate insieme o in linea per un’applicazione specifica che per raggiungere uno stesso risultato sono disposti e comandati in modo da avere un funzionamento solidale.

Affinché un gruppo di macchine o di quasi-macchine venga considerato un insieme di macchine devono essere soddisfatti tutti i criteri che seguono:

  • Le unità costitutive sono montate insieme al fine di assolvere una funzione comune, ad esempio la produzione di un dato prodotto
  • Le unità costitutive sono collegate in modo funzionale in modo tale che il funzionamento di ciascuna unità influisce direttamente sul funzionamento di altre unità o dell’insieme nel suo complesso, e pertanto è necessaria una valutazione dei rischi per tutto l’insieme
  • Le unità costitutive dell’insieme hanno un sistema di comando comune

Nel caso di insieme costituito da macchine di costruttori diversi, occorre individuare “il fabbricante” dell’insieme; tale fabbricante ha la responsabilità di garantire che tale insieme, nel suo complesso, ottemperi ai requisiti di sicurezza e tutela della salute stabiliti dalla direttiva macchine.

Nello specifico il fabbricante dell’insieme di macchine deve:

  • condurre le adeguate valutazioni di conformità per l’insieme di macchine;
  • apporre una marcatura determinata (ad esempio, una targhetta specifica) sull’insieme di macchine con le informazioni richieste al punto 1.7.3 e, se del caso, dai punti 3.6.2, 4.3.3 e 6.5 dell’allegato I, inclusa la marcatura CE;
  • stilare e firmare una dichiarazione CE di conformità per l’insieme di macchine.

La valutazione dei rischi a cura del fabbricante di un insieme di macchine deve pertanto comprendere tanto l’idoneità delle unità costituenti ai fini della sicurezza dell’intero insieme, quanto i pericoli derivanti dalle interfacce fra le unità che lo costituiscono. Essa deve anche includere i vari pericoli che derivano dall’insieme non coperti dalla dichiarazione CE di conformità (per le macchine) o dalla dichiarazione di incorporazione e dalle istruzioni di montaggio (per le quasi-macchine) fornite dai fabbricanti delle singole unità che compongono l’insieme.

Si evidenzia che la mancata certificazione di un insieme linea o impianto costituisce violazione all’art. 70 comma 1 del d.lgs. 81/08 sanzionato con l’arresto da tre a sei mesi o con l’ammenda da € 2.500,00 a € 6.400,00 (art. 87 comma 1 d.lgs. 81/08).

Parimenti, figurando l’insieme linea, come nuova immissione sul mercato sul mercato o messa in servizio di macchina non marcata CE, l’utilizzatore, pur il fatto non costituente reato, è punito con la

sanzione amministrativa pecuniaria da € 4.000,00 ad € 24.000,00 (art. 15 comma 1 d.lgs. 27 gennaio 2010 n. 17).

La società Consulimpianti S.r.l. nel caso specifico è in grado di effettuare l’analisi di rischio dell’insieme, di redigere il manuale d’uso dell’insieme, e di rilasciare la dichiarazione CE di conformità alla direttiva 2006/42/CE assumendo la figura e la responsabilità di “fabbricante dell’insieme” e di apporre la marcatura CE.

INDUSTRIA 4.0

 

Tra i punti rilevanti nella Legge di Stabilità 2017  (approvata con Legge 11 dicembre 2016, n. 232 e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 297 del 11 dicembre 2016) vi è l’Industria 4.0 in quanto viene prorogato il superammortamento e stabilito un “iperammortamento” al 250% per i beni digitali;

SUPER AMMORTAMENTO (140%)  – (Art. 1 comma 8) – Viene confermato il disposto dell’art. 1 comma 91 della legge 22 Dicembre 2015.

Possono quindi accedere al super-ammortamento gli investimenti in beni strumentali di nuova immissione sul mercato effettuati entro il 31/12/2017 ovvero entro il 30/06/2018, a condizione che entro la data del 31/12/2017 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari al 20% del costo di acquisizione.

N.B. Oltre alla nuova immissione sul mercato, non sono richiesti ulteriori requisiti.

IPER AMMORTAMENTO (250%) – (Art. 1 comma 9)

Comma 9) Al fine di fornire processi di trasformazione tecnologica e digitale secondo il modello “Industria 4.0” per gli investimenti effettuati nel periodo indicato al comma 8 (2017-06/2018), in beni materiali strumentali di nuova immissione sul mercato compresi nell’elenco di cui all’allegato “A” e “B”, il costo di acquisizione è maggiorato del 150%.

Gli investimenti dovranno essere effettuati entro il 31/12/2017 ovvero entro il 30/06/2018, a condizione che entro la data del 31/12/2017 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari al 20% del costo di acquisizione.

OPERATIVITÀ

Come previsto dal Comma 10, per la fruizione dei benefici di cui al comma 9, il titolare , legale rappresentante è tenuto a produrre dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che attesti quanto previsto dall’allegato “A”, per i beni aventi costo di acquisizione inferiore a € 500.000,00.

Nel caso in cui il valore del bene superi il valore di € 500.000,00, una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali ovvero da un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato, attestante che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui all’allegato A o all’allegato B e che sia interconnesso ai sistemi di gestione della produzione.

L’interconnessione è requisito essenziale.

Per ritenere un bene interconnesso, coerentemente con quanto stabilito dall’Art.1, comma 11 della legge di bilancio, è necessario e sufficiente che:

  • Scambi informazioni con sistemi interni es.: sistema gestionale, sistema di progettazione della produzione, sviluppo del prodotto, monitoraggio, anche in remoto, delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo (telemanutenzione), per mezzo di un collegamento basato su specifiche documentali.
  • Sia identificato univocamente al fine di riconoscere l’origine delle informazioni.

CONSULIMPIANTI Srl si propone per:

  • Verifica del bene, delle tipologie e caratteristiche del sistema aziendale
  • Redazione di perizia tecnica giurata o Attestato di conformità sulle caratteristiche e tipologia dell’istallazione dichiarandone l’ammissione al beneficio fiscale, sotto propria totale responsabilità, esentando quindi il soggetto fruitore del beneficio fiscale da ogni responsabilità civile e penale ( indispensabili per beni il cui costo di acquisto sia superiore a € 500.000,00. Per valori inferiori è sufficiente una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che certifichi i requisiti macchina e di interconnessione.)
  • Relazione tecnica contenente tutte le informazioni utili per eventuali accertamenti futuri che hanno portato alla redazione della perizia o dell’Attestato di conformità.
  • Agevolazioni accessorie – Nuova Sabatini

 

Visti i controlli stringenti che verranno effettuati dal M.I.S.E. e dall’Agenzia delle Entrate si consiglia, onde evitare problematiche relative a responsabilità civile (revoca del beneficio) e penale (falsa dichiarazione), di ricorrere comunque alla perizia tecnica giurata o all’Attestato di conformità..

Referenti

  • Renzo Per. Ind. Gattoni 015.29044              Mobile 337.986181
  • Luca Per. Ind. Fontanelli 015.29044           Mobile 337.223655
  • Carlo Ing. Orlandelli 015.29044                  Mobile 334.3421451