Archivi categoria: News

RIPRESA ATTIVITA’ FORMATIVA IN PRESENZA

Firmata l’ordinanza regionale che consente la formazione in aula nel rispetto delle norme vigenti in materia di salute e sicurezza dei lavoratori

Con Decreto nr. 72 del 29 giugno 2020, la Regione Piemonte autorizza lo svolgimento in presenza delle attività di formazione come definite nella scheda tecnica “Formazione professionale” dell’allegato sub 1 delle “Linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative”.In particolare, tutte le attività di formazione (compresa la formazione teorica d’aula),  possono essere svolte in presenza, anche in gruppo, nel rispetto delle misure di sicurezza contenute nelle sopra citate linee guida nazionali.

SOSPENSIONE ATTIVITA’ FORMATIVA

causa COVID-19 (Coronavirus), come da Ordinanza Ministeriale e da DPCM 08/03/2020, tutte le attività formative sono sospese fino a nuove indicazioni.

INSIEMI DI MACCHINE – Direttiva 2006/42 CE

La società Consulimpianti S.r.l., anche a seguito di interventi di verifica effettuati dall’ASL (SPRESAL PIEMONTE) in relazione ad “INSIEMI DI MACCHINE” prive della dichiarazione CE di conformità di insieme come previsto dalla direttiva 2006/42/CE ed in tale contesto sanzionate, espone e propone quanto segue:

Si intende per insieme di macchine linee di produzione o similari composte da due o più macchine montate insieme o in linea per un’applicazione specifica che per raggiungere uno stesso risultato sono disposti e comandati in modo da avere un funzionamento solidale.

Affinché un gruppo di macchine o di quasi-macchine venga considerato un insieme di macchine devono essere soddisfatti tutti i criteri che seguono:

  • Le unità costitutive sono montate insieme al fine di assolvere una funzione comune, ad esempio la produzione di un dato prodotto
  • Le unità costitutive sono collegate in modo funzionale in modo tale che il funzionamento di ciascuna unità influisce direttamente sul funzionamento di altre unità o dell’insieme nel suo complesso, e pertanto è necessaria una valutazione dei rischi per tutto l’insieme
  • Le unità costitutive dell’insieme hanno un sistema di comando comune

Nel caso di insieme costituito da macchine di costruttori diversi, occorre individuare “il fabbricante” dell’insieme; tale fabbricante ha la responsabilità di garantire che tale insieme, nel suo complesso, ottemperi ai requisiti di sicurezza e tutela della salute stabiliti dalla direttiva macchine.

Nello specifico il fabbricante dell’insieme di macchine deve:

  • condurre le adeguate valutazioni di conformità per l’insieme di macchine;
  • apporre una marcatura determinata (ad esempio, una targhetta specifica) sull’insieme di macchine con le informazioni richieste al punto 1.7.3 e, se del caso, dai punti 3.6.2, 4.3.3 e 6.5 dell’allegato I, inclusa la marcatura CE;
  • stilare e firmare una dichiarazione CE di conformità per l’insieme di macchine.

La valutazione dei rischi a cura del fabbricante di un insieme di macchine deve pertanto comprendere tanto l’idoneità delle unità costituenti ai fini della sicurezza dell’intero insieme, quanto i pericoli derivanti dalle interfacce fra le unità che lo costituiscono. Essa deve anche includere i vari pericoli che derivano dall’insieme non coperti dalla dichiarazione CE di conformità (per le macchine) o dalla dichiarazione di incorporazione e dalle istruzioni di montaggio (per le quasi-macchine) fornite dai fabbricanti delle singole unità che compongono l’insieme.

Si evidenzia che la mancata certificazione di un insieme linea o impianto costituisce violazione all’art. 70 comma 1 del d.lgs. 81/08 sanzionato con l’arresto da tre a sei mesi o con l’ammenda da € 2.500,00 a € 6.400,00 (art. 87 comma 1 d.lgs. 81/08).

Parimenti, figurando l’insieme linea, come nuova immissione sul mercato sul mercato o messa in servizio di macchina non marcata CE, l’utilizzatore, pur il fatto non costituente reato, è punito con la

sanzione amministrativa pecuniaria da € 4.000,00 ad € 24.000,00 (art. 15 comma 1 d.lgs. 27 gennaio 2010 n. 17).

La società Consulimpianti S.r.l. nel caso specifico è in grado di effettuare l’analisi di rischio dell’insieme, di redigere il manuale d’uso dell’insieme, e di rilasciare la dichiarazione CE di conformità alla direttiva 2006/42/CE assumendo la figura e la responsabilità di “fabbricante dell’insieme” e di apporre la marcatura CE.